Apple rallenta i vecchi iPhone al rilascio dei nuovi? Lo studio della Harvard
Postato da Simone Parolari il 4 Aug 2014 - 11:55 PM | In App, Apple, Curiosità, In Evidenza, OS, Smartphones/Cellulari, Software | Con 0 Commenti

Lo scorso ottobre, al rilascio di iOS 7, molti possessori di iPhone 4 lamentavano scarse performance con il nuovo sistema operativo. La situazione è leggermente migliorata con le nuove release, tuttavia il sentore che si trattasse di una manovra volontaria di Apple era forte. A lamentarsene, fra i tanti, trovavamo il New York Times, che negli scorsi giorni si è basato su unapproccio più scientifico.

Attraverso un nuovo studio del professore di Economia Sendhil Mullainathan dell’Università di Harvard è stata valutata la correlazione fra il lancio di un nuovo modello di iPhone e la reattività percepita dagli utenti delle precedenti versioni. Allo stesso modo, è stata effettuata la medesima ricerca sui dispositivi della concorrenza diretta, la serie Galaxy S di Samsung.

Studio Università Harvard: relazione fra nuova versione iOS e rallentamento iPhone

Gli studi sono stati effettuati analizzando i dati di Google Trends, in modo da vedere in che periodo dell’anno gli internauti cercano sul motore di ricerca di Mountain View le keyword “iPhone slow”. I risultati, non commentati direttamente dal professore, appaiono estremamente eloquenti: gli utenti di iPhone cercano in misura notevolmente superiore le parole menzionate nei periodi vicini al lancio dei nuovi modelli, probabilmente dopo il rilascio della nuova versione del sistema operativo.

Per quanto riguarda i dispositivi Samsung, invece, l’andamento del grafico appare in aumento progressivo nel tempo, ma sensibilmente diverso rispetto a quello mostrato dalle ricerche relative ad iPhone. Utilizzando le keyword “Samsung Galaxy Slow”, la linea del grafico non è apparentemente influenzata dal rilascio dei nuovi modelli, o delle nuove versioni di Google Android.

Studio Università Harvard: relazione fra nuova versione Android e rallentamento dispositivi Galaxy

Il motivo per cui non ci sono correlazioni dirette fra nuove versioni di Android e aumento delle ricerche è relativo, secondo il professore, alla frammentazione di Android: “Siccome solamente il 18% degli utenti Android hanno l’ultimo sistema operativo sul proprio smartphone, laddove il 90% degli utenti iPhone hanno l’ultima versione di iOS, ogni rallentamento dovuto al rilascio delle nuove versioni risulterebbe più evidente sugli iPhone”, sono le parole di Mullainathan.

Quest’ultimo cerca di difendere il modus operandi di Apple, evidenziando come lo studio abbia i suoi limiti e sia in grado di trovare solamente correlazioni, ma non una conclusione sulle finalità delle società: “Nella spiegazione beninga, il rallentamento nei vecchi cellulari potrebbe non rappresentare un obiettivo specifico, ma solo un effetto collaterale dell’ottimizzazione del sistema operativo per l’hardware più recente”, ha dichiarato Mullainathan.

“I dati sulla frequenza delle ricerche non ci permettono di dedurre gli intenti. Non importa quanto suggestiva sia la linea del grafico, i risultati non ci permettono di determinare in modo conclusivo se il mio telefono è in realtà più lento e, se sì, il motivo specifico del rallentamento”.

di Nino Grasso per HWupgrade

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>