Aumenta il fatturato ma risultato netto negativo per Amazon nel Q2 2014
Postato da Simone Parolari il 31 Jul 2014 - 11:36 PM | In Curiosità, In Evidenza | Con 0 Commenti

Risultati finanziari trimestrali anche per Amazon, capace di registrare un fatturato di 19,34 miliardi di dollari in linea con le aspettative degli analisti finanziari e in crescita rispetto ai 15,7 miliardi di dollari totalizzati nello stesso periodo dello scorso anno.

A fronte di questa crescita nelle vendite dobbiamo segnalare però un risultato finale negativo, con una perdita netta di 126 milioni di dollari corrispondente a 27 centesimi per azione. Un dato in rosso era atteso, ma non di questa portata: secondo gli analisti le stime erano di una perdita di 15 centesimi di dollaro per azione.

A giustificare questo risultato la politica adottata dall’azienda, tanto in questo trimestre come in passato, legata all’annuncio di nuovi prodotti che appartengono al proprio ecosistema. Nel secondo trimestre 2014 l’azienda americana ha presentato Fire TV e Fire Phone, assieme ai serviziPrime Music e Kindle Unlimited. Per Amazon, soprattutto per quanto riguarda soluzioni hardware, non è assolutamente inusuale andare incontro a vendite anche sotto il punto di pareggio dei costi pur di estendere il proprio ecosistema e la base di utenti.

Un esempio classico di questa strategia riguarda gli e-reader della famiglia Kindle, proposti a prezzi particolarmente aggressivi e per i quali l’azienda non è alla ricerca di un risultato economicopositivo. Dove Amazon guadagna in questo caso specifico è nella vendita di App e di contenuti, che vengono utilizzati con questi dispositivi.

Per molti versi si tratta di un approccio di business che ricalca quello dei produttori di console, per i quali non sono le vendite di hardware a portare risultati economici brillanti quanto quelle di giochi e servizi abbinati.

Le stime per il terzo trimestre 2014 ricalcano il recente risultato trimestrale: Amazon ha infatti anticipato di attendersi un fatturato in crescita rispetto allo stesso periodo dello scorso anno con un incremento variabile tra il 15% e il 26% (da 19,7 a 21,5 miliardi di dollari il dato atteso), con tuttavia una perdita netta compressa tra 410 e 810 milioni di dollari per il trimestre da poco iniziato.

di Paolo Corsini per BusinessMagazine

Lascia un commento

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>